Mazingazeta e' un Robot che ha caratterizzato gli anni 80 . Arrivato in Italia nel 1980 e trasmesso da RETE 1 , la attuale RAI UNO , il cartone ebbe un grande successo e fu il trampolino di lancio di numerose serie di cartoni animati con protagonisti robot d'acciaio . 


La storia narra di un enorme robot costruito dall'anziano scienziato Juzo Kabuto e lasciato in eredità, alla sua morte, al nipote adolescente Koji Kabuto (in Italia Ryo in questa serie, poi Koji nel Grande Mazinga e poi Alcor in Goldrake). Compito dell'automa sarebbe stato quello di contrastare i piani del Dottor Hell (in Italia Dottor Inferno in Mazinga Z e poi Dr Hell nel Grande Mazinga e Mazinkaiser), uno scienziato tedesco che nel 1962 aveva partecipato con Kabuto e altri colleghi a una spedizione archeologica nell'isola greca di Bardos (Rodi nell'adattamento italiano), alla scoperta dei resti dell'antica civiltà micenea. Ritrovato l'esercito di mostri meccanici costruiti dai Micenei (Mikenes in originale), il dottor Hell svelava le sue reali intenzioni uccidendo tutti i presenti (tranne Kabuto, che riuscì a fuggire) e impossessandosi dell'antica tecnologia, con lo scopo di dominare entro pochi anni il mondo.

Il Professor Kabuto , tornato in patria , abbandono' il centro ricerche per l'Energia Fotoatomica, per lasciarlo al professor Yumi , appena scoperta la lega Z, e andare a costruire altrove Mazinga Z. Nell'Istituto viene creata Afrodite A, un robot meno potente, dalle fattezze femminili, costruito dal Professor Yumi e pilotato da Sayaka Yumi, giovanissima figlia del direttore dell'istituto. Più avanti si unì a questi il Boss Robot (che Koji nell'originale giapponese prende in giro, chiamandolo col gioco di parole Borot, sinonimo di ferraglia), guidato da Boss, Nuke e Mucha, compagni di scuola di Koji, le cui imprese costituivano il lato comico della serie. Nell'episodio 91 della serie i contendenti si affrontarono in un grande scontro finale dove Hell (che però riappare nel Grande Mazinga ringraziando di aver avuto salva la vita) e Blocken trovarono la morte (Ashura e Pigman erano caduti in battaglia qualche tempo prima).

 I terrestri non ebbero però il tempo di gioire della vittoria: nel successivo episodio il Duca Gorgon, che non aveva preso parte alla lotta, ordinò, per conto del Grande Generale Nero di Micene un attacco in massa da parte della grande armata di mostri guerrieri di Micene (tali avvenimenti sono anche narrati, in forma leggermente differente, in un breve film, Mazinga Z contro il Generale Nero, usato come collegamento alternativo fra le serie di Mazinga Z e Grande Mazinga). Questa volta Mazinga Z subì gravissimi danni e a salvarlo dalla fine intervenne il nuovo robot Grande Mazinga, che era stato costruito in segreto da Kenzo Kabuto, figlio di Yuzo. L'episodio è quindi preludio della serie del Grande Mazinga, nel cui finale Mazinga Z riapparirà. ( Cortesia WIKIPEDIA.COM )

 


Nella sezione LINK ospito gratuitamente dei collegamenti a siti che parlano di Mazingazeta , degli altri cartoni animati del periodo e naturalmente dei fantastici Anniottanta. Se vuoi un LINK scrivimi via Email all'indirizzo

 MAZINGAZETA.COM@GMAIL.COM

Oltre a questo cartone , io seguivo il fantastico JEEG ROBOT , DALTANIUS , e TRIDER G7 , di cui realizzavo tanti disegni da bambino . Ricordo che disegnavo il robot visto di profilo con tutti i componenti interni , come uno spaccato di una automobile .